Loris Pasini

 

 

 

 

Pasini.jpg

 

Maria Piolanti Baldassari

Giuseppe Cantoni

Arrigo Casamurata

Daniela Cortesi

Franco Falconi

Edda Forlivesi

Luciano Fusconi

Antonio Gasperini

Speranza Ghini

Sergio Guidazzi

Adolfo Margotti

Marino Monti

Augusto Muratori

Rosalda Naldi

Franco Ponseggi

Diana Sciacca

Bruno Zannoni

 

 

 

 

 

 

 

TORNA  ALLA PAGINA  DELL’ISTITUTO FRIEDRICH SCHÜRR

 

 

 

 

E' gal

Urgonautiche 2012

 

Puntuèl piò che un arloz svézar

intunè piò che una tromba in te ciaror

culurè piò che l'arcbalen

dop un sciòn d'istèda

incazarec piò che un cinghiel frì

impetì e stimos

piò che un pavon in amor

padron permalos

de su pulèri e dal su galèni

guardien sicur de su pudèr

la cresta ed al barboj rossi cl'arlus

la longa coda a felza blu sèmpra dreta

us ved da luntèn nenca in tla nebia

féta cl'as taja cun e curtel.

In te mez ad l'éra

ut guerda tramez al péni dla testa

cme fos un tòr che in tl'arena

l'è preparè a cumbat alla morta

par salvè la su dignità rumagnola.

 

 

 

 

 

 

 

Il gallo

 

Puntuale più d'un orologio svizzero,

intonato più d'una tromba nel chiarore,

colorato più d'un arcobaleno

dopo un temporale d'estate,

iroso più d'un cinghiale ferito,

impettito e orgoglioso

più che un pavone in amore,

padrone permaloso

del suo pollaio e delle sue galline,

guardiano sicuro del suo podere,

la cresta e i bargigli rossi che fanno luce,

la lunga coda a falce, blu, sempre dritta,

lo si vede da lontano anche nella nebbia

fitta da tagliarsi col coltello.

Nel mezzo dell'aia         

ti guarda attraverso le penne della testa

come se fosse un toro che nell'arena

è pronto a combattere fino alla morte

per salvare la sua dignità romagnola.