Paolo Gagliardi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

image003.jpg

 

 

 

Loris Babbini

Giancarlo Biondi

Germana Borgini

Gilberto Bugli

Massimo Buldrini

Franco Casadei

Lidiana Fabbri

Tonina Facciani

Carlo Falconi

Pier Flamigni

Marcella Gasperoni

Maurizio L. Gasperoni

Marco Grilli

Maurizio Grilli

Roberto Mercadini

Dolfo Nardini

Gabriele Paradisi

Bruno Polini

Dauro Pazzini

Danila Rosetti

Franco Sandoli

Lorenzo Scarponi

Albino d Sintinl

Nevio Semprini

Laura Turci

Simone Zanette

Claudio Zuccarelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNA ALLA PAGINA DELLISTITUTO FRIEDRICH SCHRR

 

A TEGN DAST

 

Ormai l un pz

cha tegn dast

cun j oc par aria

A j bsgn dun segn!

 

 

E MI CASTIGH!

 

E fisich

u sstraca

tot i d dpi,

la tsta invzi

la funziouna

pi che prema

Cvest

l e mi castigh!

 

 

PR UN VRS O PR UN TAR

 

Sa mvult indr

a gvard la nebia

a minucares

e cun la boca avrta,

a seint che e cor

u md una bta

Pr un vrs o pr un tar

a fg una grn fadiga

a distm toti al matn

cun la voja

dridar e dscarz

 

 

SA

 

Sa fos boun

d tir a f sra

Sa putes

camp seinza doi

e seinza pinsir

Sa putes

turn indr

e f count dgnit

 

 

U J DAL VLT

 

J n i pasa

e i d seinza mutv

j tot precis

U j dal vlt

cha mavreb las

dri dal spal e mi svut

e tn dast

chu sfga sra

par f ciapr e vol

a la mi enma

L un pz ormai

cha min so d

che str a e mond

sl par camp

u num basta pi!

 

 

TRA LOM E SCUR

 

U-n sv f d,

e a-n s pi bon d ciap sn.

A rmst a cve

cun i mi pinsir

a gvard e culr dal stl.

Pu d bta u-s liva e sl,

una lu acs forta

chla-t chva j oc!

Int laria

u s turn a f sint

ludr dla tra,

un rispir chl la v dla vita.

 

 

 

ASPETTO

 

ormai un pezzo

che aspetto

con gli occhi per aria

Ho bisogno dun segno!

 

 

 

IL MIO CASTIGO

 

Il corpo

si stanca

ogni giorno di pi

la mente invece

funziona

pi di prima

Questo

il mio castigo

 

 

 

 

PER UN VERSO O PER LALTRO

 

Se mi volto indietro

a fissare la nebbia

mincanto

ed a bocca aperta

sento che il cuore

sussulta

Per un verso o per laltro

faccio una gran fatica

a destarmi ogni mattina

con la voglia

di ridere e scherzare

 

 

 

 

SE

 

Se fossi capace

di tirar sera

Se potessi

vivere senza dolori

e senza pensieri

Se potessi

tornare indietro

e far conto di niente

 

 

 

 

CI SONO VOLTE

 

Gli anni passano

ed i giorni senza un motivo

sono tutti uguali

Ci sono volte

che vorrei lasciarmi

alle spalle questo vuoto

e attendere

che si faccia sera

per lasciar prendere il volo

alla mia anima

un pezzo, ormai,

che mi sono accorto

che stare al mondo

solo per campare

non mi pi sufficiente!

 

 

 

 

 

FRA LUCE E OSCURIT

 

Non vuol far giorno

e non sono pi capace di prender sonno.

Resto qui

coi miei pensieri

a guardare il colore delle stelle.

Poi dun tratto sorge il sole,

una luce cos forte

che abbaglia!

Nellaria

tornato a farsi sentire

lodore della terra

un respiro che la voce della vita